Discussioni di musica classica e lirica
 

Miglior pianoforte digitale che il denaro può comprare

Empedocle Gabbioni 10 Ott 2017 13:57
Buongiorno signori
qualcuno informato sull'argomento mi può cortesemente orientare sui
migliori pianoforti digitali considerando diciamo 5000 euro come spesa
massima?
Qualcosa di veramente ottimo che possa sostituire dignitosamente un
verticale acustico da stu*****.
Escludendo i modelli acustici silenziati.
Grazie

Mario
Archaeopteryx 10 Ott 2017 14:55
Il 10/10/2017 13:57, Empedocle Gabbioni ha scritto:
> Buongiorno signori qualcuno informato sull'argomento
> mi può cortesemente orientare sui migliori pianoforti
> digitali considerando diciamo 5000 euro come spesa
> massima? Qualcosa di veramente ottimo che possa
> sostituire dignitosamente un verticale acustico da
> stu*****. Escludendo i modelli acustici silenziati.

Con quella cifra credo si possa già considerare qualcosa
che possa sostiture dignitosamente un piano a coda di
media classe. Il mio modestissimo Kawai ES100 a mio parere
va un po' meglio di un buon verticale o almeno io trovo
più piacevole suonare l'ES100 piuttosto che il mio
precedente verticale, un ottimo Kaps, che ora ha un mio amico.

Però non sono esperto, mi pare che lzy ne parlava tempo fa
e dovrebbe avere il polso della situazione.


--
"Pompieri? Presto, venite, la mia casa sta bruciando"
"OK, quando ha avuto origine il fuoco?"
"Nel paleolitico, però sbrigatevi"
Jacopo Tore 11 Ott 2017 00:23
Forse non è il posto giusto per fare questa domanda
lzy 11 Ott 2017 02:14
Il giorno martedì 10 ottobre 2017 13:57:33 UTC+2, Empedocle Gabbioni ha
scritto:

http://www.pianofortidigitali.com/
lzy 11 Ott 2017 02:23
Il giorno martedì 10 ottobre 2017 14:55:44 UTC+2, Archaeopteryx ha scritto:
>
>
> Però non sono esperto, mi pare che lzy ne parlava tempo fa
> e dovrebbe avere il polso della situazione.
>
>


non ho più il polso, distrutto con le ottave
di funérailles 17 0tt0bre 2017
Roberto Bianchi 11 Ott 2017 21:02
On Tue, 10 Oct 2017 15:23:57 -0700 (PDT) in article <f00256e4-b4ae-4438-
b16e-6306177846b1@googlegroups.com> Jacopo Tore <jacopotore@gmail.com>
says...
>
> Forse non è il posto giusto per fare questa domanda

io ne ho suonati tanti: sono tutti ottimi, ma dipende anche dal prezzo.
in base alla spesa massima fatti un giro nei negozi di strumenti
musicali e provali, dipende molto dai gusti.
ogni marca ha i suoi punti forti e deboli, ma anche quelle poco
conosciute fanno dei bei strumenti
lzy 11 Ott 2017 21:49
Il giorno mercoledì 11 ottobre 2017 21:02:37 UTC+2, Roberto Bianchi ha scritto:
>
> in base alla spesa massima


su su su, per un pianoforte vogliamo spendere almeno
come per un'auto oppure siamo tirchi come il Marcelli!!!
Acremone 12 Ott 2017 08:51
On 11/10/2017 21:02, Roberto Bianchi wrote:
> io ne ho suonati tanti: sono tutti ottimi, ma dipende anche dal prezzo.
Io non sono amico dei pianoforti digitali e ne ho suonati pochi.
Mi ricordo che il pedale era sempre terribile, sono solo dal punto di
vista timbrico ma anche perché aveva solo due posizioni "accesso e spento".
lzy 12 Ott 2017 10:29
Il giorno giovedì 12 ottobre 2017 08:51:15 UTC+2, Acremone ha scritto:
>
> Mi ricordo che il pedale era sempre terribile


ma infatti per gente come te ci vuole un mezzacoda
di gran marca, e poi vi lamentereste ancora dicendo
che il martelletto non è controllabile dal tasto
ed è meglio un organo o un cembalo
Acremone 12 Ott 2017 14:28
On 12/10/2017 10:29, lzy wrote:
> ma infatti per gente come te ci vuole un mezzacoda
> di gran marca
Ce l'ho, di gran marca. Immagino che ce l'abbiano in tanti, te compreso.
Il piano digitale non lo capisco proprio e nessuno dei pianisti che
frequento lo regge. Speravo di leggere che la tecnologia aveva fatto
"passi da gigante".

Organo e clavicembalo in digitale sono molto meno penalizzati
dall'elettronica. E poi comprati la mezza dozzina di organi e
clavicembali che servono per studiare le varie scuole, metti gli organi
in un auditorium e fai la relativa manutenzione al parco strumenti....
Altro discorso, inarrivabile per complessità, per clavicordo e armonium.
Roberto Bianchi 12 Ott 2017 19:47
On Thu, 12 Oct 2017 08:51:13 +0200 in article <orn3d1$14ft$1
@gioia.aioe.org> Acremone <nemo@nolimetangere.it> says...
>
> On 11/10/2017 21:02, Roberto Bianchi wrote:
>> io ne ho suonati tanti: sono tutti ottimi, ma dipende anche dal prezzo.
> Io non sono amico dei pianoforti digitali e ne ho suonati pochi.
> Mi ricordo che il pedale era sempre terribile, sono solo dal punto di
> vista timbrico ma anche perché aveva solo due posizioni "accesso e spento".

ci sono anche quelli "*****ogici", puoi fare il "mezzo pedale", sono dei
potenziometri.
è chiaro che hai una risposta diversa da quello reale, basta farci
l'abitudine e puoi fare delle cose carine,
non sto lì ad elencare i vantaggi e pregi dei pianoforti digitali, per
molte cose meglio di quelli veri, o almeno meglio di moltissimi veri
lzy 12 Ott 2017 21:54
Il giorno giovedì 12 ottobre 2017 14:28:54 UTC+2, Acremone ha scritto:
>
> Il piano digitale non lo capisco proprio e nessuno dei pianisti che
> frequento lo regge. Speravo di leggere che la tecnologia aveva fatto
> "passi da gigante".
>

Ciccia! La tecnologia fa passi da gigante dove c'è
un mercato in crescita...

Ad ogni modo la mia tesi è questa:
il pianoforte è quello a coda con il doppio scappamento
il verticale è un surrogato
il digitale è un surrogato
amen

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Discussioni di musica classica e lirica | Tutti i gruppi | it.arti.musica.classica | Notizie e discussioni musica classica | Musica classica Mobile | Servizio di consultazione news.